Cheope – Idro

Cheope F5 – Idro

Linea arrotondata con vetro a specchio frontale, adatta ad ogni ambiente dal classico al moderno, particolare nella sua linea perchè si ha la possibilità di rivestirla in marmo per ambienti rustici ed importanti.
Disponibile in 5 versioni differenti.

blu bianco grigio nero rosso

Dotazione di serie

  • Programmatore settimanale
  • Sistema automatico di accensione e spegnimento
  • Regolazione con 5 livelli di potenza
  • Telecomando bidirezionale con termostato ambiente
  • Display di controllo di facile utilizzo
  • Predisposizione per cronotermostato esterno
  • Vaso di espansione circolatore e valvole di sicurezza integrati
  • Vernice resistente ad alta temperatura
  • Termostato di sicurezza
  • Vetro ceramico resistente a 750 °C
  • Piedini regolabili in altezza
  • Braciere in acciaio inox di elevato spessore
  • Nuova caldaia in acciaio di elevato spessore con due giri di fumo e fascio tubiero con 6 tubi posteriori Ø 50 mm, e 6 tubi anteriori Ø50 mm e turbolatori in acciaio estraibili per la manutenzione
  • Sistema di pulizia del vetro

Optionals

  • GSM control (sistema per il controllo a distanza dell’apparecchio mediante SMS)
  • Scambiatore a piastre per produzione acqua calda sanitaria

certificato-tuv eco-program conto-termico europa made-italy


pdf_icon Scheda tecnica

Dati tecnici

Capacità serbatoio 30 kg
Rendimento globale circa 92 %
Potenza nominale 18-23-28-30-34 kw
Potenza nominale all’acqua 13-22-26 kw
Autonomia min/max 8/13-7/11-6/11 ore
Consumo combustibile min/max 1,3/3,7-1,5/4,1-1,7/5,6 kg/h
Tiraggio minimo 10 Pa
Pressione max 2,5 bar
Pressione esercizio 2,0 bar
Temp. uscita fumi da prova EN 14785/303/5 110 °C
Emissione di CO (13% O2) 0,01 %
Peso con imballo 280 kg
Volume riscaldabile * 450-575-675-750-850 m3
Diametro condotto fumi attacco maschio 100 cm
Alimentazione 230-240 V
Potenza media 120 W
Potenza media in accensione 400 W

* Il volume riscaldabile è calcolato considerando l’utilizzo di pellet con p.c.i. di almeno 5300 Kcal/kg e un isolamento della casa come da L.10/91 e successive modifiche. È importante tenere in considerazione anche la collocazione della termostufa nell’ambiente da scaldare.